green

Descrizione

Un doppio intervento è stato messo a punto dall’amministrazione comunale sul fronte della “green economy”, ovvero della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e della mobilità elettrica.
L’iniziativa parte dall’adesione al bando proposto dal Consorzio Bim (Bacino imbrifero montano) del Po, finalizzato ad incentivare appunto queste pratiche virtuose. Il comune di Sanfront ha deciso di partecipare al suddetto bando ad entrambe le linee di finanziamento sia la A per il fotovoltaico che per quella premiale B per l’acquisto di un’autovettura.
Impianto fotovoltaico – è stato predisposto un progetto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico da installare sulla copertura del plesso scolastico del capoluogo. Al riguardo è stato affidato un incarico professionale allo studio tecnico Blangetti e associati di Madonna dell’Olmo (Cuneo).
Il progetto ha un importo complessivo di 38.914,72 euro, che saranno coperti con 17.500,00 euro con contributo del Bim e per euro 21.414,72 euro mediante fondi derivanti dai sovracanoni annuali del Bim.
«Abbiamo deciso di aderire ad entrambe le linee di finanziamento del bando proposto dal Consorzio Bim del Po perché crediamo molto nell’importanza di investire in questo settore; questa scelta rappresenta il primo importantissimo passo verso un discorso più ampio di comunità energetica. Sulla linea principale del bando, andremo a realizzare un impianto fotovoltaico sul tetto delle scuole della potenza di 19,8 kwh in modo da coprire per buona parte, se non completamente, il fabbisogno energetico dell'edificio scolastico; questo intervento/investimento permetterà un notevole risparmio sulle spese correnti del bilancio comunale, con beneficio sul lungo termine» spiega il vice sindaco Francesco Lombardo.
Auto elettrica – il secondo intervento prevede la dotazione di un’autovettura totalmente elettrica, che sarà acquistata dalla ditta Marello di Saluzzo. Si è optato per un veicolo multiuso da destinare agli operai comunali, ma anche come mezzo di rappresentanza.
«Anche in questo caso andremo ad integrare il contributo di 17.500 euro in arrivo dal Bim con fondi derivanti dai sovracanoni per coprire la differenza di spesa. Ricordo che entrambi gli interventi (auto elettrica e impianto fotovoltaico) sono propedeutici alla creazione di una comunità energetica, che presto vedrà la luce con la partecipazione delle amministrazioni pubbliche e di soggetti privati. Questa iniziativa, nata in un particolare periodo storico in cui il tema energia è quotidianamente all'attenzione di tutti, rappresenta un passo storico per la nostra comunità e per l'intera valle, in un'ottica di futura indipendenza energetica» aggiunge Francesco Lombardo.

Creazione

Inserito sul sito il domenica 24 luglio 2022 alle ore 09:47:49 per numero giorni 309

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri